Parrocchia San Lorenzo Martire

- Diocesi di Frascati -

Collaboratori Parrocchiali
La Caritas Parrocchiale

INDICE

Premessa

1. Compiti della Caritas parrocchiale

2. La sensibilizzazione della Comunità

3. La lettura del territorio

4. La progettualità

5. Le risorse

Segnala casi di disagio di tua conoscenza -> Invia email
Centro ascolto e distribuzione viveri giovedì ore 18.00
Responsabili: Domizi Marco e Salustri Gianna

Compiti della Caritas parrocchiale

Far conoscere a tutta la parrocchia i bisogni dei poveri e proporre occasioni ed iniziative di preghiera e di impegno per far diventare le sofferenze di alcuni problema di tutti.

Aprire gli spazi della carità della parrocchia alle necessità della Chiesa universale mediante gemellaggi e specifiche collaborazioni con le Chiese e le realtà missionarie, in stretto coordinamento con il Centro missionario diocesano.

Animare l'intera comunità facendo crescere in essa la responsabilità caritativa e il suo impegno ecclesiale in questo campo.

Collegare e coordinare tutte le energie e le iniziative di carità che sono in atto nella parrocchia, valorizzandone l'apporto particolare dentro un progetto globale deciso e indicato dal Consiglio Pastorale.

Stabilire un raccordo con le altre parrocchie della diocesi per un costante scambio di informazioni, dì servizio reciproco, di proficuo dialogo e collaborazione critico costruttiva con le istituzioni civili per affrontare insieme i problemi più urgenti e complessi dei poveri sul territorio e rimuovere le cause di ingiustizia ed emarginazione.

Promuovere il volontariato e la formazione degli operatori in stretta intesa con quelli della catechesi e della liturgia, in modo che nella pastorale ordinaria della comunità emerga una permanente educazione alla giustizia, all'impegno sociale e alla pace."

Ciò significa:

  • conoscere le situazioni di sofferenza e di bisogno vecchie e nuove, sia quelle presenti nel territorio parrocchiale, sia quelle lontane determinate da emergenze (calamità pubbliche) o da condizioni strutturali di povertà, oppressione, guerra.

  • progettare proposte ed occasioni concrete d'impegno, con l'obiettivo di animare gruppi, famiglie o singole persone che desiderino offrire la propria collaborazione, perché possano inserirsi nella dimensione comunitaria della testimonianza della carità.

I servizi della parrocchia sono occasione di crescita se:

  • vengono discussi, vagliati, preparati insieme al Consiglio Pastorale Parrocchiale;

  • nella realizzazione raccolgono il massimo della partecipazione (contributi in denaro, prestazioni di servizi, volontari);

  • soprattutto, si da spazio ad una verifica comunitaria sull'opportunità o meno di continuarli e sulla qualità e modalità degli stessi (se si limitano a "dare cose" o se invece alimentano rapporti interpersonali, se promuovono le persone o le rendono passive);

  • si individuano le strade sulle quali la carità non si limiti a supplire la mancanza di giustizia, ma ne stimoli la piena attuazione attraverso l'assunzione concreta di responsabilità sociali precise (per esempio attraverso assemblee pubbliche, coordinamento con i servizi pubblici e privati ecc.);

  • si dà la possibilità di formazione permanente a quanti si impegnano in materia continuativa nei gruppi di volontariato e offrire loro occasioni di incontro e di scambio di esperienze.

L'impegno di animazione della Caritas parrocchiale suppone la presenza in essa di animatori, cioè di persone capaci di risvegliare le coscienze di cogliere le provocazioni dell'ambiente e di coinvolgere più gente possibile.

Codice XHTML 1.1 approvato

CSS approvato

© 2001-2019 Parrocchia San Lorenzo Martire - Tutti i diritti sono riservati - Credits